Progeria: Sintomi e storia di Kaylee (Wild Oltrenatura)

Pubblicato il da Serena


kaylee progeria pics on Sodahead

Dopo aver trattato il caso di  Charlotte, la bambina affetta da nanismo primordiale, oggi voglio parlarvi di un'altra rara malattia chiamata Progeria.

Cos'è a progeria?

La progeria è una rarissima malattia genetica infantile che colpisce in media 1 neonato ogni 4 milioni. Alla nascita, i neonati affetti da tale patologia non presentano alcun segno distintivo, sono dei bambini normalissimi, entro i primi dodici mesi di vita però, la loro crescita rallenta molto e dopo alcuni mesi è piuttosto evidente il loro deficit rispetto ai bambini della stessa età. Non subiscono, invece, ritardi mentali, mantenendo uno sviluppo cerebrale in linea conl'età.

Sintomatologia Progeria

Man mano che crescono, i bambini affetti da progeria assumono un aspetto fisico distintivo e tradizionale della malattia:

- calvizie precoce

- pelle rugosa

- testa grande nella parte superiore con una mandibola molto piccola.

-naso schiacciato in punta.

Gli elementi distintivi esterni purtroppo non sono gli unici, i bambini affetti da progeria infatti presentano anche una precoce degenerazione degli organi interni e accusano disturbi tipici della vecchiaia:

-artrite;

-malattie cardiovascolari;

-lussazioni dell'anca.

mentre non accusano altri disturbi degenerativi tipici dell'invecchiamento come la cataratta e l'artrosi.

Purtroppo non esiste alcuna cura per tale patologia degenerativa e i bambini che ne sono affetti non hanno un aspettativa di vita che non va oltre i 12-13 anni. Le cause della morte sono solitamente riconducibili a infarto o ictus.

Il 22 Febbraio 2012, la trasmissione televisiva Wild Oltrenatura ha trattato il caso di Kaylee, una bambina di 7 anni affetta da progeria.

Kaylee, due grandi occhi azzurri, un sorriso che trafigge il cuore e una vitalità che contrasta con il suo aspetto esteriore. Al contrario di quanto si possa pensare Kailee sorride sempre e corre continuamente giocando con la sua famiglia che non la lascia mai, la segue costantemente durante le sue periodiche sedute di fisioterapia ed è continuamente impegnata in attività volte a diffondere l'informazione relativa a tale patologia. 

A volte mi sorprendo della forza dimostrata da queste famiglie e secondo me sono loro la riprova che, quando tutto sembra crollare, l'essere umano riesce a trovare in fondo all'anima la forza per sorridere e andare avanti avvolgendosi in un alone di positività. 

Ho aspettato molto prima di scrivere questo post, perché non riuscivo a trovare le giuste parole per affrontare tale argomento e non volevo realizzare un post asettico in cui si riportava una mera descrizione della progeria e della sintomatologia ad essa legata. Volevo dare un cuore e un anima a questa malattia...e per far ciò mi sono avvalsa dell'enorme cuore e della candida anima di Kaylee...spero di essere riuscita nel mio intento.

Buona Vita piccola Kaylee!


Commenta il post