Prodotti senza glutine per celiaci: come sceglierli?

Pubblicato il da Serena

La celiachia è una patologia intestinale che colpisce i villi, ossia, delle ramificazioni filamentose che costituiscono le pareti intestinali e sono preposti all'assorbimento dei principi nutritivi. La celiachia atrofizza queste ramificazioni, che risulteranno appianate e provoca, a lungo andare, un processo di desertificazione delle pareti intestinali, causando problemi di malassorbimento.

Celiachia: definizione, sintomi, diagnosi e cure

Le cause della celiachia, sono:

1) Predisposizione genetica;

2) Intolleranza al glutine;

C'è una maggiore incidenza della patologia su soggetti di sesso femminile.

La celiachia è una malattia autoimmune, nel momento in cui il paziente celiaco ingerisce il glutine (componente proteico contenuto in molti cereali, principalmente nel frumento), il sistema immunitario lo classifica come elemento tossico, e provoca questa reazione anomala che distrugge l'intestino.

Ci sono tre tipi di celiachia:

1) Classica: meno frequente, si manifesta tra i 6 e i 18 mesi provocando problemi intestinali quali:

  • diarrea;
  • feci maleodoranti;
  • perdita di peso.

2) Atipica: è la forma più comune, si presenta in età adulta provocando un'anemia da carenza di ferro.

3) Silente: in soggetti che non presentano sintomi, si rilevano delle lesioni istologiche.

La diagnosi per la celiachia attraversa due fasi:

  • analisi del sangue,
  • biopsia intestinale.

Con la prima indagine, si cerca la presenza di anticorpi che confermino la patologia, mentre, con la seconda (decisamente più invasiva), si verifica il suo stato di avanzamento. Questa tecnica consiste nel prelevare un campione di tessuto intestinale e sottoporlo a esame istologico.

In seguito è necessario attuare un piano d'azione per contrastare questa patologia.

L'unica cura possibile consiste nell'eliminare, dalla dieta del paziente, gli alimenti che contengono glutine. Essendo il glutine un elemento presente in moltissimi alimenti, nasce l'esigenza di acquistare alimenti specifici, prodotti esclusivamente per i soggetti affetti da questa patologia. In passato, la scelta era veramente limitata e i costi erano elevatissimi, oggi si ha a disposizione una vasta gamma di prodotti a costi sostanzialmente accettabili. C'è da dire inoltre, che una parte dei costi per l'acquisto degli alimenti senza glutine, viene sostenuta, entro un certo tetto massimo, dal SSN. Per ottenere l'esenzione, ci si deve rivolgere alla ASL competente, con i risultati della biopsia intestinale.

Alimenti per celiaci: dove acquistarli?

Ci sono molte aziende che producono alimenti per celiaci tra queste citiamo:

1)Schar: azienda leader con un'esperienza trentennale nella produzione e distribuzione di alimenti senza glutine. Vastissima la gamma di prodotti offerti: dai crackers al pane, al pancarrè, ai grissini; da ogni tipo di pasta a ogni tipo di dolce.

Sito:Schaer.com

2) Biaglut: azienda attiva dal 1964 per fornire ai celiaci un'alimentazione sempre più completa e gustosa. Anche qui troverete tantissime varietà di pane, pasta, dolci e farine.

Sito: Biaglut.com

Grano (One month later)

Con tag wikio

Commenta il post