La violenza sui bambini e sugli anziani: è questa la vera fine del mondo!

Pubblicato il da Serena

http://farm5.staticflickr.com/4106/5222556377_6859eb287e_m.jpg

Foto di AARON_400D (FLICKR)

 

Ogni giorno il Tg stila il bollettino di guerra, ed ogni giorno di più la vittima preferita del mostro appartiene alle classi sociali più indifese: Anziani e Bambini. Due generazioni contrapposte così distanti tra loro, , eppure sempre più spesso binomio prediletto dal mostro senza scrupoli. Gli anziani, il nostro passato, la nostra storia, coloro che potrebbero indicarci la strada migliore da percorrere lungo i sentieri della vita; alberi fragili dalle radici possenti…uomini e donne con gli occhi offuscati dal passare degli anni ma che, nonostante tutto sprigionano una luce meravigliosa se solo trovi ill tempo per fermarti ad osservarli, beh proprio loro spesso diventano oggetto di sevizie, cattiverie, soprusi e maltrattamenti da parte di badanti senza scrupoli, dipendenti di case di riposo che lavorano soltanto per lo stipendio, gente senza cuore, frustrata e dannata. I bambini…il nostro futuro, custodi di anime candide. Nei loro occhi brilla la luce dell’innocenza, nei loro sorrisi la tenera spensieratezza infantile, il loro mondo è pieno di colori, case di cioccolato e allegre filastrocche. Il compito della società dovrebbe essere quello di seguire e guidare i genitori durante le varie fasi di crescita di queste creature, mentre ogni giorno di più, le persone si trasformano in mostri…e danno luogo ad azioni agghiaccianti azioni che a sentirle, io da mamma di due bambini mi sento male!! Non stai più tranquilla a mandarli all’asilo, a scuola calcio, guardi storto chiunque si avvicini al passeggino superando la distanza minima consentita dei due metri!  Troppi orrori, troppi incubi, troppe ali spezzate, troppi mostri che senza alcun timore squarciano il velo di ingenuità adagiato sugli occhi dei bambini per permettergli di vedere soltanto il lato migliore della vita e li trascinano in quello schifo di mondo malato, abitato soltanto da sentimenti come rancore, odio, rabbia, violenza. Orchi che distruggono quel mondo incantato…lacerano la sua innocenza e calpestano la sua purezza di bambino, gente che la società tutela dietro al termine di “Malati” E allora come si fa a proteggerli? Spesso si va avanti facendo finta di niente…pensando incosciamente “ai miei figli non succederà mai” anche se stai con le antenne ben dritte a monitorare tutto ciò che circonda il suo mondo.Oppure si parla con i piccoli dicendo”Non parlare con gli sconosciuti, non accettare caramelle da nessuno, se una persona si avvicina e non la conosci scappa…anzi scappa pure se la conosci! Intanto alla radio passano l’ultima agghiacciante notizia….”maestra picchia e maltratta bambini…” “l’avranno messa alla gogna pubblica!” pensi tra te e te…povera ingenua…”TRASFERITA…” e di fronte a questo non so veramente più che dire…. Gradirei sapere come la pensate in merito…possibile che tutto ciò sia diventato normale routine?

Commenta il post

Serena 01/14/2012 12:40

Avete ragione, ma le soluzioni devono essere trovate il prima possibile e credo che e mamme debbano avere un ruolo fondamentale in questa ricerca. Per esempio: perché non rendere obbligatorie per
Legge le telecamere nelle scuole? Se la maestra è a posto con la coscienza non dovrebbe avere problemi ad essere ripresa no? Perché nessuno ci ascolta? Perché i nostri figli devono essere le
"cavie" utilizzati per smascherare questi orrori? E soprattutto...perché di fronte a prove concrete e documentate questi esseri la fanno sempre..e dico SEMPRE franca??

letizia 01/14/2012 11:38

Non è normale e non lo sarà mai, anche se certe nefandezze sembrano nate insieme all'essere umano. Non spero più nelle soluzioni, ma confido ancora nei miglioramenti, che però richiedono uno sforzo
concreto da parte di tutti.
Ciao!
Letizia

Rossana 01/13/2012 19:20

Davvero agghiacciante e concordo con quello che hai detto, queste cose sono la vera fine del mondo.Sta a noi genitori insegnare ai piccoli ad essere degli adulti migliori che faranno un mondo
migliore, ma quanti lo faranno?