Aumentano le pene per chi vende alcolici ai minorenni

Pubblicato il da Serena

http://farm3.staticflickr.com/2222/2184695693_0c3eab2ed1.jpg 

Foto Teobonjiour (Flickr)S'inasprisce la pena per chi vende alcolici ai minorenni, riservando per i trasgressori, delle multe salatissime che vanno da 250 fino ad arrivare a 1000 euro per la prima violazione, ma possono anche lievitare fino a raddoppiare, in caso di recidive.

 

Il Legislatore interviene con il pugno di ferro e dice basta ai famosi shortini che vedevano andare in fumo ogni settimana la paghetta di moltissimi teenagers e la vita di molti di loro sulle autostrade il sabato sera.

 

I dati dell'Istat

Questo brutto vizio ci ha portato a registrare statistiche dai risvolti paurosi, pensate: gli adolescenti di età compresa tra i 14 e i 17 anni che bevono abitualmente alcolici (per di più fuori pasto!), nel giro di 10 anni è aumentata dell 3,3 % passando da 15,5% a 18,8%. Questa è la raccapricciante tendenza registrata dall'Istat nell'ultimo report sull'abuso di alcol in Italia nel 2011.

 

Il provvedimento del Legislatore

Proprio in questo ambito quindi, interviene l'emendamento che il 10ottobre2012, dopo un'attenta riformulazione, ha ottenuto l'approvazione della Camera.

La Legge quindi, costringe i rivenditori di bevande a base alcolica, a richiedere al potenziale cliente un documento d'identità per accertarsi che sia  maggiorenne. La preventiva richiesta può essere derogata soltanto nel caso in cui sia palese la maggiore età del cliente.

 

In conclusione

Una regolamentazione saggia, che a mio avviso dovrebbe essere dettata dalla coscienza prima che dalla Legge.

Ma si sa... il Dio denaro prevarica su tutto, anche sulla vita di un giovane ragazzo che per "uscire di testa" il sabato sera, alla ricerca di chissà quale emozione, rischia di prepararsi con le sue stesse mani un futuro da alcolizzato o peggio ancora di cancellarlo definitivamente il suo futuro.

 

Dal canto nostro siamo fiduciosi e continuiamo a sperare che non si finisca anche questa volta con il lieto fine che ha chiuso la regolamentazione della vendita di sigarette.

 

Piuttosto... avete mai sentito un tabaccaio chiedere un documento ad un ragazzo palesemente minorenne che chiedeva le sigarette?  In caso di risposta affermativa lasciate un commento perché personalmente lo sto ancora cercando.

Senza contare poi i distributori automatici, che con la tessera sanitaria di un bambino di 9 anni, soddisfano la richiesta erogando il pacchetto di bionde!

Con tag news

Commenta il post

Mara 10/11/2012 13:08

E mi sembra più che giusto no?